Category Archives: Crisi

6 mesi di tempo per riportare il valore dell’oro alle stelle

 

 

Nonostante l’oro sia sempre stato il bene rifugio per la maggior parte degli investitori, negli ultimi mesi il suo valore sembra sceso notevolmente, tanto da non permettere alcun pronostico per la fine del 2012. Questo a casa del grave picco che l’intero mondo dell’economia sta subendo, in particolare per via delle quote euro che sembrano perdere valore ogni giorno di più.
E’ quindi facilmente comprensibile che non ci sono più i cosiddetti strumenti free risk, ovvero quegli investimenti in cui ci si poteva sentire sicuri: oggigiorno è possibile perdere la somma destinata ad un affare che si riteneva fosse sicuro al 100%.
Il metallo giallo, in questo contesto, ha perso il vigore e la ricchezza di un tempo, ed il suo andamento, secondo le statistiche, è inversamente proporzionale a quello del dollaro americano, quasi sicuramente per via di ... Leggi tutto

La fiducia nei partiti pro-austerity in Grecia fa alzare il prezzo dell’oro

 

Impossibile non rendersi conto di quanto sia influente l’andamento delle situazioni politiche dei vari paesi sulla Borsa. Sino a qualche giorno fa infatti la possibilità che la Grecia uscisse dall’ Eurozona aveva fatto letteralmente impazzire il mercato dell’oro oltre alle altre quotazioni in borsa, mercato che infatti aveva raggiunto in alcune giornate anche dei minimi che facevano pensare ad una situazione di crisi ancora più grave di quanto si potesse credere.
È stato sufficiente però pubblicare i risultati di vari sondaggi e statistiche che sono stati fatti in questi giorni tra gli elettori ellenici per far cambiare davvero molto la situazione della Borsa del mondo intero e anche ovviamente del prezzo dell’oro. Questi sondaggi hanno infatti dimostrato che i... Leggi tutto

Grecia: S&P all’attacco

 

A seguito del via libera delll’Eurogruppo alla quinta tranche di aiuti contemplati dal piano di salvataggio internazionale, gli analisti di S&P hanno avvisato le Borse sul fatto che l’ eventuale piano di ristrutturazione del debito, ipotizzato dalle banche francesi porterebbe ad un fallimento del Paese, benché «selettivo». Tale ammonizione ha costituito un forte colpo per le Borse e l’euro, che è sceso a 1,4510 dollari, ma non è stata molto presa in considerazione dal dal governo di George Papandreou che reputa le case di rating come vere e proprie «agenzie di speculazioni. Atene ha molti debiti, circa 350 miliardi di euro, e le banche potrebbero contribuire alla sua salvezza grazie al rinnovamento del 70% dei titoli in loro possesso con altri bond trentennali, oppure , anche, con titoli a cinque anni.
L’Europa ha risposto a S&P sostenendo che la presenza dei privati su base... Leggi tutto